Vaccini e Dark Web

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Di Alessandro Rugolo

Il COVID 19 ha condizionato la nostra vita negli ultimi 18 mesi costringendoci a cambiare le nostre abitudini di vita sociale. Dalla banale stretta di mano, ora scomparsa, alla visita ai parenti più anziani, considerata alla stregua di un attentato!

Sempre il COVID 19 ha cambiato le nostre abitudini di lavoro, costringendo persone e aziende a restare a casa e imparare a lavorare a distanza. Di ciò abbiamo parlato tante volte nei nostri articoli in cui abbiamo analizzato l'incremento del rischio...

Ora, mentre si rincorrono le voci per cui il virus sarebbe fuoriuscito dal laboratorio cinese di Wuhan (anche se ne avevamo già sentito parlare come di una fake news!) alternate ai numeri delle campagne vaccinali che dovrebbero permetterci di uscire dal tunnel, comincia ad emergere un aspetto legato al COVID 19 ancora poco noto: vaccini, o presunti tali, in vendita sul dark web. In senso lato la cosa non è nuova; medicinali, droghe e sostanze dopanti sono in vendita da sempre sul dark web.

Nel marzo scorso, nel corso di una conferenza internazionale, la World Health Organization (WHO) mise in guardia sul traffico di vaccini:

“We urge all people not to buy vaccines outside government-run vaccination programs. Any vaccine outside these programs may be substandard or falsified, with the potential to cause serious harm...”

Nello stesso mese, uno studio di Kaspersky mostrava evidenze di vendita di vaccini sul dark web, veri o presunti. Il costo per dose poteva raggiungere anche i 1200 dollari, non certo un prezzo popolare! Sempre secondo questo studio nel 30% dei casi si trattava di vaccini veri, probabilmente sottratti illegalmente da strutture sanitarie. Chiaramente ciò significa che il restante 70% ha ricevuto, in cambio di una somma non indifferente, una sostanza nel migliore dei casi innocua ma sicuramente poco efficace...


 

La vendita di vaccini e di dispositivi di protezione di tutti i tipi è cresciuta nel tempo, per soddisfare le richieste del mercato nero e, in un certo senso, sopperire alle mancanze organizzative e di controllo degli stati che non sono stati in grado di gestire correttamente la pandemia.
Sembra che i principali mercati per la vendita di vaccini sul dark web siano gli USA, gli UK, la Germania e la Francia, dove una dose è stata pagata in media l'equivalente di 500 dollari, prevalentemente in bitcoin

Pagamento effettuato... una domanda ci poniamo: chissà se gli acquirenti hanno ricevuto il loro vaccino secondo gli standard previsti per mantenere la catena del freddo che ne garantisce l'efficacia.

Ma d'altra parte si sa da sempre che "la farina del diavolo va tutta in crusca".

 

Di Alessandro Rugolo, articolo originariamente pubblicato su Difesa Online.

 

Questa pillola approfondisce il secondo episodio dei CyberSeComics di Pluribus One: Il vaccino.
La versione di questo episodio in lingua inglese è disponibile qui: CyberSeComics Ep. #2 - The vaccine.

Riportiamo la vignetta anche qui sotto.

 

Per approfondire:

WHO warns against sales of counterfeit Covid vaccines on the dark web (cnbc.com)

COVID-19 vaccine doses have been sold on the dark web. Are they real? - CBS News

Coronavirus vaccines selling on darknet black markets | Kaspersky official blog

Dark web vendors are selling shady coronavirus 'vaccines' for $300, and there's been an uptick in listings since the FDA authorized Pfizer's shot (businessinsider.fr)

 

 

 

Il commento di Pluribus One.

Pluribus One offre protezione da altri tipi di virus, quelli informatici. Però possiamo darvi un consiglio anche in questo caso.
I vaccini anti-covid sono gratuti e somministrati solo dal Servizio Sanitario Nazionale. Non sono immediatamente disponibili per tutti, ci sarà da aspettare, e ciò può frustrare il nostro desiderio di ottenere al più presto protezione da coronavirus o di ottenere subito più liberta di spostamento attraverso il cosiddetto Green Pass.
In qualsiasi caso però diffidate sempre da chi vuole vendere subdolamente prodotti farmaceutici online. Le Fake Pharmacies rappresentano un pericoloso fenomeno del mondo digitale e soprattutto del Dark Web. Costituiscono una pericolosa forma di Scam e Phishing.
 
Ricordiamo inoltre a tutti gli utenti dei nostri canali, che Pluribus One ha sviluppato Pluribus One Internet Security, un servizio gratuito per la navigazione sicura su Internet, che consente di evitare domini contenenti Phishing, Malware, e consente inoltre di evitare la pubblicità indesiderata, anche quella che appare sui video in riproduzione.

 

Vuoi provare i DNS sicuri Pluribus One Internet Security®?

Stop a Malware, Phishing e pubblicità indesiderata, anche sui video.

 

É gratuito!

Visita la pagina del servizio o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per ulteriori informazioni.

 

 

Info

Pluribus One S.r.l.

Via Bellini 9, 09128, Cagliari (CA)

info[at]pluribus-one.it

PEC: pluribus-one[at]pec.pluribus-one.it

 

Ragione Sociale

Capitale Sociale: € 10008

Capitale Sociale interamente versato

P.IVA: 03621820921

R.E.A.: Cagliari 285352

 

Università di Cagliari

  Pluribus One è una spin-off

  del Dipartimento di

  Ingegneria Elettrica ed Elettronica

  Università di Cagliari, Italia

 

© 2021 Pluribus One s.r.l. All Rights Reserved.